Seleziona una pagina

Operatività del cantiere: come funziona il wearable device di Partitalia?

Sono molti i comuni italiani che hanno risposto all’adeguamento della tariffa puntuale dei rifiuti (Tarip), dopo il Decreto Ministeriale del 20 aprile 2017, una normativa volta a stabilire i criteri da seguire in ambito raccolta rifiuti. In dettaglio, la legge detta le regole ai Comuni per la messa in atto di: sistemi di misurazione puntuale della quantità di rifiuti conferiti dalle utenze e sistemi gestionali relativi ai criteri di ripartizione del costo del servizio in base alla sua funzione.

Per realizzare queste linee guida, i Comuni si affidano spesso a Consorzi locali che gestiscono servizi ambientali.

dispositivi per tariffa puntuale dei rifiuti

Consac srl

Tra questi, in Abruzzo, in provincia di Chieti, abbiamo incontrato Venturino Liberato, responsabile del servizio di raccolta rifiuti di Consac srl, società che costituisce il braccio operativo del “Consorzio chietino RSU”, di cui fanno parte venti comuni. In particolare, Consac srl gestisce i servizi di igiene urbana e i servizi ambientali accessori di sedici comuni che rientrano nel consorzio.

 

Il progetto di sperimentazione con Partitalia

Questa società attiva in ambito ambientale da diversi anni, da tempo sta lavorando attivamente alla sperimentazione per arrivare alla tariffa puntuale dei rifiuti indifferenziati raccolti.

Tra le località coinvolte, c’è il comune di Miglianico in cui, nel 2018, è stato avviato il progetto di misurazione del rifiuto tramite il bracciale RFID di Partitalia.

 

Feedback operativo: come funziona il wearable device di Partitalia?

Se si guarda il dettaglio dell’operatività, già a livello sperimentale, “Discovery Mobile” si sta rivelando un wearable device intuitivo da usare, oltre che utile alla definizione degli obiettivi di progetto e viene così descritto da Venturino Liberato:

A livello operativo nell’uso dei lettori non abbiamo riscontrato problemi e anche a livello di formazione verso gli operatori, è un sistema molto semplice e funzionale.

Visto che è da qualche mese che è stato avviato il sistema, abbiamo già avuto ottimi risultati e abbiamo visto e riscontrato una diminuzione importante per quanto riguarda la produzione del rifiuto indifferenziato.

A ciò bisogna aggiungere che la riduzione dei rifiuti indifferenziati è conforme a quanto stabilisce il principio “Paga per quanto butti”, che segue il DM del 2017 e quindi anche la normativa europea. E proprio nel caso specifico del comune di Miglianico, Antonio Palombaro, assessore all’Ambiente del Comune di Miglianico, dichiara:

Grazie alla tecnologia RFID, la raccolta differenziata è stata incrementata fino all’83%.

Una percentuale che testimonia come l’applicazione della tecnologia RFID alla raccolta rifiuti possa migliorare i processi e i risultati operativi. A conferma di questo, adottare la strategia più equa per distribuire i costi di raccolta e smaltimento consente di arrivare in modo più efficiente alla tariffa puntuale dei rifiuti.

 

 

mmmmmmmmmmmmmmmmmmmmmmmmmmmmmmmmmmmmmmmmmmmmmmmmmmmmmmmmmmmmmmmmmmmmmmmmmmm
Iscrizione Newsletter

Iscrizione Newsletter

Si iscriva alla nostra newsletter per ricevere in tempo reale gli ultimi aggiornamenti sulla raccolta puntuale.

Privacy

#0b8e36

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per mostrarti mappe e video di Google. Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e quelli di terze parti (Google, Youtube). Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore, se non li abiliterai non potrai vedere alcuni video e mappe di Google. INFORMATIVA PRIVACY